Cosa facciamo

Home / Cosa facciamo

PROGETTO ACCOGLIENZA TEMPORANEA dei bambini “PICCOLI AMBASCIATORI DI PACE”

Cos’è il progetto accoglienza:

l popolo sahrawi vive dal 1975 in una situazione di forzata divisione: una parte della popolazione vive nei territori del Sahara Occidentale occupati illegalmente dal Marocco, un’altra nei territori liberati della RASD (Repubblica Araba Democratica Sahrawi), mentre il resto della popolazione vive in esilio nei campi profughi nel Sahara algerino nei pressi di Tindouf, in una situazione di ingiustizia e sofferenza. I campi profughi sorgono in pieno deserto in una condizione di precarietà per i beni di prima necessità (acqua e generi alimentari), le infrastrutture (scuole, ospedali trasporti, ecc.) e la comunicazione. I bambini sahrawi, nati e vissuti nei campi profughi, sono vittime di questa situazione: vivono con pochi contatti con il mondo esterno e soffrono maggiormente le condizioni climatiche sfavorevoli, soprattutto in estate.
Il Programma “Bambini Sahrawi Ambasciatori di Pace” mira a realizzare l’accoglienza (presso strutture pubbliche o famiglie ) nei mesi di luglio ed agosto, di bambine e bambini sahrawi provenienti dai campi profughi sahrawi e permettere loro di essere testimoni della causa del proprio popolo.

Obiettivi principali del programma sono:

1) Consentire ai bambini sahrawi accolti in Italia:
un’apertura sul mondo esterno e su una cultura nuova e diversa;
un'estate di riposo e svago e un clima più favorevole;
un controllo accurato dello stato di salute (esteso anche ai loro accompagnatori);
attività ricreative, culturali, sportive e artistiche.

2) Favorire la conoscenza della realtà dell’infanzia sahrawi da parte:
delle istituzioni e della società civile;
dell’opinione pubblica e del mondo dell’informazione.

3) Promuovere atti concreti nei confronti dei diritti del popolo sahrawi